È iniziato il “tour formativo” riguardante il software ProLED che ha visto ieri la conclusione delle tappe toscane.

ProLED 2.0 è la nuova release del software realizzato da Next per progettare linee elettriche a media e bassa tensione. Il tour, che toccherà varie sedi di Enel Distribuzione, ci ha visto il 21 e 22 novembre a Firenze e il 28 e 29 novembre a Livorno.

Formazione ProLED 2.0 a Firenze: foto di gruppo

Insieme ai progettisti Enel a Firenze

 

Formazione persso la sede di Livorno di Enel Distribuzione: foto di gruppo

Insieme ai progettisti Enel a Livorno

Innanzitutto spieghiamo meglio che cosa fa ProLED.

ProLED è un software, unico in Italia, che permette ai progettisti di linee elettriche di realizzare, con estrema facilità e velocità, reti

Il Project manager Nicola Bergantino

Il Project manager Nicola Bergantino a Firenze

elettriche a media e bassa tensione. Nel fare questo ProLED riesce a tenere conto di tutti i fattori che devono essere presi in coinsiderazione quando si sviluppa un progetto di questo tipo: dal rilievo, al tipo di sostegni necessari, al tipo di conduttori, all’eventuale presenza di vento e ghiaccio, ai franchi, all’area geografica di appartenenza ed alla CEI in vigore il cui ultimo sviluppo è proprio del 2016.

Infine, la nuova versione di ProLED prevede tra i conduttori anche la fibra.

Gli incontri di Firenze e Livorno ci hanno permesso di confrontarci con più di 50 progettisti Enel. I feedback hanno mostrato un chiaro entusiasmo nei confronti di uno strumento che si aspettava da tempo. Non esistono infatti software, in Italia, in grado di assistere il progettista in tutte le fasi di lavoro, semplificando notevolmente operazioni lunghe e laboriose.

L'ing. Raffaele Fava a Livorno

L’ing. Raffaele Fava a Livorno

La formazione sulle nuove features di ProLED 2.0 è stata effettuata da Nicola Bergantino, Project manager di NeXT e dell’Ing. Raffaele Fava, ex dipendente Enel che ha messo a disposizione la propria competenza tecnica per lo sviluppo del software.

 

La formazione, in entrambi gli appuntamenti si è articolata in due giorni.

Nel primo giorno Raffaele Fava e Nicola Bergantino si sono alternati, l’uno illustrando i criteri di calcolo meccanico coinvolti dalle funzioni del software; il secondo spiegando e mostrando concretamente, l’utilizzo del software: l’esempio affrontato ha riguardato il caricamento di un progetto da file .ZIP elaborato dal portale.

La mattina del secondo giorno è iniziata con la spiegazione dei criteri della nuova CEI (2011/2016). Di questo tema ne ha trattato l’ing. Raffaele Fava; il resto della giornata è stata dedicata ad esempi illustrati da Nicola Bergantino ed esercizi svolti direttamente dai partecipanti:

I progettisti si esercitano suEsercizi su ProLED

I progettisti si esercitano su ProLED

 

  • Rifacimento di una linea esistente da immagine satellitare
  • Progettazione nuova linea da dxf
  • Progettazione nuova linea da file .ZIP
  • Rifacimento linea esistente da orto-foto
  • Progettazione nuova linea da dxf

 

A questi appuntamenti toscani seguiranno, nell’immediato quelli di Milano con due appuntamenti, il 5 e 6 dicembre e 13 e 14 dicembre.

I progettisti si sono mostrati molto attenti alle novità di ProLED 2.0 e hanno dimostrato di aver davvero apprezzato questa evoluzione del software anche se qualcuno era già un’entusiasta utilizzatore della prima versione.

Ovviamente non sono mancati suggerimenti per ulteriori sviluppi e anche per questo riteniamo questi incontri fondamentali: utili non solo a divulgare le caratteristiche del software nel quale crediamo molto (fiducia condivisa da Enel Distribuzione), ma anche per poter ascoltare gli utenti finali, che sono sempre coloro sui quali il prodotto è calato e pensato. E quindi non possono che essere loro ad indicare la direzione dei prossimi sviluppi del software.

 

Insomma, ProLED 3.0 si sta già disegnando nella nostra testa…

 

Intanto ProLED 2.0 è un progetto consolidato ed articolato mirato su un duplice target di utilizzatori:

  1. I progettisti di linee elettriche
  2. I professionisti esterni (geometri o altro) che collaborano con i progettisti fornendo loro i dati di un rilievo topografico in formato .zip.

Dedicato a ProLED esiste un portale ed un canale youtube creato per ospitare video tutorial e altro materiale video a supporto degli utilizzatori. Si tratta di spazi destinati a crescere insieme all’evoluzione del software che, come detto, andrà a rispondere alle esigenze pratiche di chi deve progettare le linee elettriche.

Chiunque abbia necessità di questo tipo di servizio può contattarci o richiedere il whitepaper dedicato a ProLED.

 

 

Ascoltando: Bad Company – “Electric land
Lettura in corso: “Do Androids Dream of Electric Sheep?” di Philip K. Dick
Mood: Elettrizzato

Digital strategist