Oggi parliamo un po’ di noi, in particolare del nostro lavoro attraverso le storie di successo, andando a narrare, quindi, quella che è stata la nostra esperienza accanto ai partner principali, con la precisa missione di soddisfare le loro esigenze relative al miglioramento continuo, specie nell’ambito dell’efficienza produttiva.

Ci sembra interessante condividere questi casi, sia perché un po’ ci piace parlare degli aspetti che ci hanno regalato delle soddisfazioni professionali, ma soprattutto per rendere testimonianza di come sia variegato il panorama manifatturiero, di come ogni settore abbia bisogno di strumenti diversi.. o di uno strumento che sappia adattarsi a diverse realtà.

La soluzione NeXT, nel settore industriale è IMPROVE 4.0 (anche se in alcuni settori molto avanzati, esiste la varianteAI IMPROVE 4.0”, ma avremo modo di parlarne prossimamente).

Vediamo innanzitutto cosa IMPROVE 4.0 NON è:

 

IMPROVE 4.0 NON è un software che si installa e si avvia.

IMPROVE 4.0 NON è un software che fa un po’ di tutto (anche quello che non serve)

 

Cos’è quindi IMPROVE 4.0?

IMPROVE 4.0 È un sistema software aperto e modulare, sul quale si possono attivare pacchetti di soluzioni discreti, ognuno avente la missione di perseguire un obiettivo specifico

Iniziamo il nostro racconto con il settore Automotive.

 

AUTOMOTIVE

Principale cliente: FCA Group

Il miglioramento desiderato

Le soluzioni implementate per lo stabilimento VM Motori di Cento sono di tipologia diversa e sono state sviluppate nell’arco di tempo triennale, della nostra collaborazione con FCA.

L’esigenza sottostante a tutti gli interventi a noi richiesti, è sicuramente quella di una maggiore razionalizzazione dei processi, tracciando i prodotti, monitorando i risultati di produzione, supportando l’operatore nell’attività di assemblaggio dei motori.

Soluzioni NeXT

IMPROVE 4.0 si occupa di gestire la tracciabilità di processo e prodotto lungo la linea albero motore. Il progetto ha lo scopo di identificare e tracciare le unità di prodotto “Cam Carrier” in alcune fasi di lavorazione. La soluzione informatica ha anche il compito di controllare la coerenza del flusso, ovvero di valutare che ogni unità di prodotto sia stata lavorata con successo dalle rispettive fasi in sequenza e che i controlli qualità siano stati completati con esito positivo.

L’identificazione dell’unità di produzione avviene attraverso l’applicazione di apposite etichette adesive dotate di codice DATA-MATRIX oppure con stampa laser del DATA-MATRIX direttamente sul Cam Carrier.

Per quanto riguarda il monitoraggio delle performance produttive, è stato implementato il modulo dell’efficienza OEE, attraverso il quale è possibile tenere sotto controllo il numero dei fermi macchina, la velocità del flusso produttivo e la quantità degli scarti. Il modulo dell’efficienza fornisce sia dati real time, sia l’analisi dei dati nel breve e medio periodo.

Infine, a supporto dell’operatore nelle fasi di assemblaggio dei motori nel reparto finitura, è stato implementato un sistema Pick to light e contestualmente, la soluzione software si è occupata di gestire la movimentazione degli AGV.

Spieghiamo meglio: in questo contesto IMPROVE ha il compito di gestire gli AGV (Automatic Guided Vehicle) in maniera che questi spostino i materiali, dai buffer di carico alle linee. Qui l’AGV si ferma per permettere all’operatore di leggere la matricola del motore attraverso un barcode reader. Dopodiché ricomincerà ad avanzare piano, in perfetta sincronia con il sistema pick to light, sempre gestito dal nostro sistema IMPROVE.

In pratica cosa succede? IMPROVE dalla distinta conosce l’elenco dei componenti da installare sul motore in finitura. In relazione a questa lista, l’AGV viene inviato ad una determinata linea. La velocità dell’AGV viene gestita da IMPROVE in accordo con gli scaffali indicati dal sistema pick to light. Infine IMPROVE andrà a regolare anche l’altezza a cui tenere il motore in relazione all’altezza dell’operatore umano. L’operatore quindi procederà ad assemblare il motore, assecondato perfettamente sia dall’AGV che dal sistema pick to light il quale detterà i tempi di spostamento dell’AGV.

 

KITCHEN HOOD

Principali clienti: Franke Group, Faber, Ariston Thermo, Elica

Il miglioramento desiderato

L’esigenza di tutti i nostri clienti in questo settore  è quella di riuscire ad eliminare gli sprechi produttivi, per poter essere più efficienti e quindi più competitivi sul mercato. Lo spreco in produzione passa attraverso macchine poco efficienti che si fermano quindi più del dovuto, processi produttivi lenti, ed eccessivo numero di scarti.

Soluzioni NeXT

In questo settore, presso tutti i nostri clienti, NeXT ha implementato il modulo di IMPROVE 4.0 dedicato al monitoraggio dell’efficienza produttiva. In questo ambito, i due moduli, OEE e Andon board, forniscono una grande mole di dati sia in tempo reale sia nel breve e medio periodo, che forniscono un valido supporto decisionale al management.

Ai partner World Class Manufacturing (e non solo), abbiamo anche fornito alcuni moduli a supporto, come ad esempi i moduli EWO e S-EWO e il Visual SOP.

Attraverso il modulo EWO gli operatori possono segnalare qualsiasi evento che renda necessario un intervento di manutenzione sulle macchine: consente quindi di avere immediata evidenza di sintomi e di disfunzioni e di facilitare il lavoro del manutentore nella ricerca delle cause radice del problema.

Il modulo S-EWO consente a qualsiasi operatore che sia stato dotato di appropriato device (ad esempio un tablet), di registrare, descrivere e documentare qualsiasi situazione ritenuta fonte di pericolo per la sicurezza del lavoro.

Il Visual SOP è uno strumento previsto dal WCM che permette all’utente di essere guidato passo passo nell’esecuzione di una serie di fasi. Questo consente di tagliare di molto il tempo di formazione di personale nuovo e di ridurre gli errori.

Un’altra feature di IMPROVE 4.0 che è stata fornita ai nostri partner, riguarda la tracciabilità di prodotto e di processo.

Questo modulo consente di seguire il prodotto lungo tutto l’arco del processo, dalla creazione alla pallettizzazione, ma anche di verificare che abbia eseguito tutti i collaudi, conoscendone l’esito.

Parte integrante del modulo della tracciabilità è la gestione della stampa in linea delle etichette, sia etichette caratteristiche sia etichette imballo.

Nel momento in cui l’oggetto fa il suo ingresso nella linea, viene automaticamente stampata l’etichetta contenente le caratteristiche del prodotto. A fine linea, invece viene automaticamente generata l’etichetta imballo che l’operatore provvederà ad apporre sul prodotto. In questo momento, il prodotto è pronto ad essere pallettizzato e avviene quindi il versamento all’ERP.

In alcuni casi IMPROVE 4.0 è stato chiamato a gestire anche etichette particolari, come la stampa delle etichette Ikea e la stampa delle energy label.

Infine, trattandosi di prodotti in lamiera, quindi in grado di vibrare, in alcuni casi abbiamo implementato il modulo Vibco, ovvero il controllo qualità attraverso l’analisi vibrazionale.

 

TISSUE

Principale cliente: Essity (già SCA Hygiene Product)

Il miglioramento desiderato

La necessità di Essity (già SCA Hygiene Products), produttrice dei celebri fazzoletti Tempo, era di impostare un monitoraggio strutturato riguardante l’intero iter, dal processo di produzione della carta alla tracciabilità del prodotto, anche in converting e magazzino, sino alla spedizione, con l’obiettivo di creare un flusso di dati che permettesse di ricostruire, per ogni bancale, bobina o singolo prodotto, quale fosse la storia del suo percorso produttivo, in relazione anche alle materie prime utilizzate, quali cellulosa e prodotti chimici.

Soluzioni NeXT

Anche in questo caso, le soluzioni NeXT per Essity, si sono evolute nel corso degli anni, proprio grazie alla modularità di IMPROVE 4.0.

Il modulo del Controllo Statistico di Processo (SPC) ha svolto proprio il ruolo di gestione delle migliaia di variabili coinvolte in un processo come quello della produzione della carta (ma che è comune anche ad altri settori, come ad esempio quello alimentare o farmaceutico). Questo modulo fornisce una conoscenza profonda dei processi con lo scopo di prevederne l’andamento e poter quindi intervenire in tempo reale.

Il responsabile di processo può definire le variabili delle carte di controllo, cioè definire il concetto di fuori controllo. Da questa impostazione iniziale, sarà possibile verificare  la diversa idoneità del prodotto rispetto ai parametri stabiliti: si potranno quindi accertare la presenza di valori che possono inficiare la qualità del prodotto o altri aspetti del processo produttivo.

Un’altra soluzione fornita ad Essity è stato il modulo del Warehouse Management System per gestire i materiali grezzi (raw material), dallo scarico del camion alla creazione del lotto.

La collaborazione con Essity negli anni è andata arricchendosi di nuove collaborazioni che hanno portato anche a soluzioni particolari e verticalizzate sul cliente, come ad esempio lo sviluppo di un modulo per la gestione del personale, comprendente la gestione della formazione ed avvisi di rinnovo; gestione delle competenze, nomine e profili Sanitari; assegnazione e gestione di mansioni ed incarichi; Skill Matrix.

 

FOOD

Principale cliente: BMS Organic

Il miglioramento desiderato

La prima esigenza di BMS Organic è quella di conoscere la causa principale degli scarti: dalla confezionatrice? Dalla bilancia (il peso della confezione non corretto)? Dal metal detector?

Un altro bisogno è stato quello di razionalizzare i processi produttivi andando a prende i dati relativamente alla produzione direttamente dalle macchine, eliminando o riducendo al minimo l’utilizzo della carta. Contestualmente si desiderava tracciare la materia prima e gestire il magazzino delle materie prime, dei prodotti finiti e le spedizioni.

Soluzioni NeXT

Il modulo della tracciabilità di IMPROVE ha consentito di seguire l’iter della materia prima.

Per la gestione delle materie prime e prodotti finiti in magazzino, abbiamo implementato il modulo del Warehouse Management System.

 

Energy

Principale cliente: E-Distribuzione

Il miglioramento desiderato

E-Distribuzione desiderava implementare un sistema software per la progettazione delle linee elettriche a media e bassa tensione, in vista di importanti progetti di rammodernamento di molte dorsali di linee elettriche lungo l’intero territorio nazionale.

Soluzioni NeXT

Next, per questo esclusivo cliente esterno al settore manifatturiero, ha sviluppato un nuovo prodotto. Quindi non parliamo più di IMPROVE 4.0, ma di ProLED.

ProLED è uno dei pochi software al mondo che supporta il progettista dalla creazione del rilievo, alla progettazione del profilo altimetrico, generando come output, tabelle di picchettazione e di tesatura (e altri output utili al progettista).

Facilità d’uso, precisione dei dati e assistenza puntuale sono le principali doti che vengono riconosciute a questo software in continua evoluzione, ormai tra i migliori software al mondo in ambito di progettazione di linee elettriche.

 

NeXT’s steps

Artificial Intelligence

Next’s Steps

NeXT è sempre in movimento e muove passi sempre nelle direzioni che sentiamo più stimolanti e ambiziose. Abbiamo citato AI IMPROVE 4.0. Chiaramente stiamo parlando di intelligenza artificiale e machine learning applicato alle nostre attività, quindi al settore manifatturiero, dalle manutenzioni al controllo qualità: macchine che suggeriscono soluzioni, macchine che risolvono problemi, l’uomo che gestisce e controlla: questo è lo scenario in cui ci stiamo muovendo, con progetti concreti.

Seguiteci, vi terremo al corrente.

Se vi interessano i temi che affrontiamo, iscrivetevi alla nostra Newsletter, per rimanere sempre aggiornati sui contenuti che pubblichiamo.

Ci piacerebbe conoscere il vostro parere. Seguiteci su Linkedin!

 

Ascoltando: Propellerheads feat: Miss Shirley Bassey – “History Repeating
Lettura in corso: “Le otto montagne” di Paolo Cognetti
Mood: Erudito

Digital strategist