Industria 4.0 >> Modulo S-EWO

Modulo S-EWO

Il modulo S-EWO è una delle attività previste dalle aziende che applicano le strategie del World Class Manufacturing: il primo pilastro del WCM,”Safety“, è proprio quello dedicato alla sicurezza.

L’affinità nel nome con i moduli EWO deriva dal fatto che, all’Emergency Work Order, si aggiunge il prefisso “S” che sta per “Safety“, indicando il fatto che questo modulo non è dedicato alle macchine, ma alle persone, o meglio, alla sicurezza dei lavoratori.

A cosa serve il Modulo S-EWO

Il Modulo S-EWO ha il preciso obiettivo di dare evidenza delle situazioni potenzialmente pericolose ed avviare le azioni utili alla prevenzione degli infortuni.

Ad esempio, attraverso il modulo S-EWO potrebbe essere segnalato uno scalino scivoloso, oppure una mensola non ben fissata alla parete e che quindi rischia di cadere addosso a qualcuno, ecc… Contestualmente, viene generato un processo, attraverso il quale vengono studiate le azioni necessarie affinché l’infortunio segnalato non possa più ripetersi.

Vantaggi dei moduli S-EWO

Come tutti gli strumenti WCM, lo scopo è quello di azzerare gli sprechi. La sicurezza è sicuramente un tema che, se trascurato, può portare molti più sprechi di quanto si possa pensare:

  • sprechi di tempo per l’interruzione che ovviamente comporta l’intervento per prestare le cure ad una persona;
  • sprechi di tempo per l’assenza di una persona esperta che magari non potrà lavorare per alcuni giorni;
  • sprechi di tempo tipico di qualsiasi intervento di tipo reattivo, cioè quando è tardi ormai;
  • sprechi di tempo dovuti a lunghi periodi di indagini per venire a capo delle cause e delle responsabilità.

È l’applicazione di tecniche statistiche per comprendere ed analizzare le variabilità di un processo

[Joseph M. Juran]

Sicurezza World Class:
i moduli S-EWO e i Tag

I moduli S-EWO e i TAG costituiscono il cuore del tema “Safety”, ovvero degli strumenti che un’azienda riesce a mettere in opera per la sicurezza dei propri dipendenti.

In entrambi i casi vengono coinvolti soggetti aventi ruoli e privilegi differenti all’interno dell’anagrafica del sistema.

Parliamo quindi del compilatore del modulo s-ewo o del TAG, un team di approvazione ed una direzione centrale (sono queste nomenclature che possono variare a seconda dell’organizzazione di ciascuna azienda).

I moduli S-EWO

I moduli S-EWO seguono un preciso workflow, ben descritto dall’immagine che segue:

  • Il compilatore compila e invia il modulo S-EWO al team di approvazione.
  • Il team di approvazione verifica il modulo S-EWO ricevuto.
  • Sempre lo stesso team effettua poi una ri-verifica nella quale potrà evidenziare eventuali rischi residui e stabilire piani di azione supplementari. Infine, il tutto viene inviato nuovamente al compilatore.
  • Allo stesso tempo, il team di approvazione può decidere se proporre l’estensione delle prassi stabilite nel modulo S-EWO anche in altre sedi. In questo caso la proposta viene inviata direttamente alla Direzione centrale.
  • La Direzione centrale decide se accogliere la proposta del team di approvazione di estendere le soluzioni approvate per la prevenzione dell’incidente anche in altre sedi.

I Tag

Il TAG è uno strumento per segnalare una condizione che può costituire, in potenza, un pericolo. Costituisce, quindi, un mezzo per prevenire situazioni che possono provocare incidenti o arrecare infortuni.

Il workflow della creazione di un TAG coinvolge la figura di un compilatore e di un team di approvazione.

Al TAG, segue una o più azioni, atte a scongiurare il futuro manifestarsi del problema:

  • Il compilatore compila il TAG e lo invia al team di approvazione.
  • Il team procede con la verifica e la chiusura del TAG.
  • È il team di approvazione stesso che si occupa di una eventuale Estensione.

I report

L’efficacia dei moduli S-EWO sta nella vasta reportistica che permette di analizzare e confrontare una grande mole di dati, in maniera semplice ed immediata.

I tipi di report sono diversa tipologia:

  • Green cross: per visualizzare l’andamento degli infortuni, giorno per giorno, mese per mese
  • Tabella degli infortuni: riassuntiva, rappresentante l’andamento degli infortuni di un dato mese
  • Bollettini: tabella relativa al mese corrente
  • Safety book (anche per cause): i dati mensili degli infortuni con l’indicazione dei trend, per ogni macro area
  • Grafici infortuni
  • Grafici unsafe

"Tutti sanno che è più necessaria la prevenzione della cura, ma pochi premiano gli atti di prevenzione."

– Nassim Nicholas Taleb

Pronto a… prevenire?

© 2021 NeXT Srl - P.IVa. 02510420421 - Informativa Privacy & Cookie - Powered by Fuel31